1974-1975 Carmine Crisci inizia ad essere apprezzato da un pubblico sempre crescente di estimatori e nello stesso tempo comincia una felice fase produttiva con opere di più ampio respiro. Una di queste viene inserita in un volume di "Arte Italiana per il Mondo", un'opera di divulgazione internazionale della pittura  italiana ed è stato il primo "trampolino di lancio" per il pittore verso nuove opportunità.

1976  E' stato l'anno nel quale si è presentata una svolta importante per la carriera dell'artista tramite l'incontro con il professore, editore e critico d'arte Giuseppe Nasillo che è stato il primo a credere nel suo talento pittorico e ad infondergli entusiasmo dandogli inoltre le prime possibilità di essere conosciuto in un ambiente più vasto e successivamente di esporre le sue opere anche a Torino.

1 Maggio1941. Carmine Crisci nasce a Paolisi  , un piccolo paese della Vallecaudina in provincia di Benevento, il secondo di tre fratelli nati dall'unione di Tommaso Crisci e Giovanna Carbone.

 

1943 Le tristi circostanze dovute al secondo conflitto mondiale gli fanno subire la precoce perdita del padre, rimasto ucciso su una nave affondata durante un incursione nel Mare Tirreno. Fin dalla prima giovinezza manifesta presto una spiccata e naturale predilezione per le arti figurative, a cominciare dalle pareti di casa che, con viva preoccupazione della madre, cominciano ad essere imbrattate di colori e vari disegni abbozzati.

 

1956 Poco più che quindicenne, a causa delle ristrettezze economiche in cui versava la sua famiglia, emigra in Venezuela dove vivono alcuni suoi parenti, passando anni di duro lavoro, sacrifici, varie esperienze e dove soprattutto matura sempre di più in lui il bisogno di esprimersi attraverso il disegno e la pittura.

 

1962 Dopo sei anni, passato un breve periodo in Germania dove ha lavorato presso una ditta, ritorna in Italia deciso a stabilirsi definitivamente nel suo paese di origine.

 

1967 Sposa Anna Maria Germano dalla quale avrà tre figli. E' proprio in questo periodo, dopo aver trovato un impiego presso un ente statale, che comincia ad interessarsi seriamente alla pittura. E' stato da sempre amante dei paesaggi, della semplicità e profondità della natura e sono stati questi i soggetti  delle sue prime esperienze concrete su tela.

 

1968-1973 Questi cinque anni sono stati decisivi per l'artista che, acquistando maggior sicurezza nei colori, nella tecnica e migliorando l'incisività del suo pennello, ottiene i primi graditi riconoscimenti, con la partecipazione a varie mostre collettive, premi e concorsi per pittori.

 


La Vita

 

 

 

 

 

Carmine Crisci , Mostra Personale a Mantova, 29 Gennaio 1982

Mostra personale alla Galleria Pietro Morando di Alessandria.

Da sinistra: il pittore Luigi Guasco, Carmine Crisci e il critico d'arte Mike Yacin.

Mostra personale a Cervinara presso la sala biblioteca de "Il Caudino" Da sinistra : Carmine Crisci, al centro il direttore del TG1 Gianni Raviele e il direttore de "Il Caudino", Alfredo Marro

Premio "Vittorio G. Rossi" alla rassegna "Genti e Paesi" : Carmine Crisci (a sinistra) e Yuri Kodera (membro dell'ambasciata giapponese a Roma)

Premio ricevuto alla manifestazione "Lady Piemonte" 1980

Da sinistra la presentatrice Anna Mascolo, "Lady Piemonte" e l'artista Crisci.

Il critico d'arte Giuseppe Nasillo (al centro) l'Artista (a destra) e la moglie Anna Maria (a sinistra) in occasione della mostra personale alla Sala Esposizione Mawa di Torino 1994

"Alberi Rotti (1974)" Tempera su tavola 46x60 inserito in "Arte Italiana per il Mondo" ediz. CELIT 1975

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1978 Arriva la prima mostra personale del pittore che si svolge ad Alessandria, inaugurando così una serie fortunata di successi, riconoscimenti che durano tuttora e che si sono concretizzati con oltre trenta mostre personali in molte Località d' Italia tra le più importanti Milano, Torino, Mantova, Nuoro, Sassari, Venezia e San Remo.

Cresce anche l'interesse di molti intenditori e critici d'arte che elogiarono il suo cromatismo, la creatività e fantasia che si percepiva nel guardare le sue opere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1979 A Milano ottiene un importante riconoscimento in campo pittorico, con il premio internazionale de "La Rosa D'oro del Successo" nel quale sono stati premiati anche noti personaggi dell'ambiente dello spettacolo e dell'arte, tra i quali Milva e Aldo Bonocore.

Nello stesso anno l' E.N.F.A.C.  gli assegna un importante premio speciale per meriti artistici e Crisci viene inserito nella rivista d'arte "Controcampo".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1980 Partecipa a numerose mostre collettive e viene premiato in occasione della manifestazione "Lady Piemonte" ottenendo molti consensi sia dagli intenditori che dal pubblico.

 

1982 L'entusiasmo per i riconoscimenti ricevuti e la stima sempre maggiore da parte di figure importanti del mondo della pittura italiana gli ha dato il giusto stimolo per continuare a dipingere ed esporre le sue opere, per la prima volta fuori dal Piemonte, in un'altra mostra personale a Mantova.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1985 In occasione della rassegna pittorica "Tradizioni e Nuovi Linguaggi" presso la galleria d'arte "La Maggiolina" di Alessandria, il pittore espone le sue opere insieme a pittori di nota levatura artistica e fama internazionale, tra i quali Giorgio De Chirico, Carlo Carrà eFelice Casorati

1987 Conosce un'altra figura importante, il gallerista Tonino Bonamici , grazie al quale per la prima volta ha avuto l'occasione di fare una mostra personale a Nuoro (e successivamente anche a Sassari) facendosi apprezzare anche in Sardegna ed esponendo successivamente con pittori del calibro di Aligi Sassu, G.Cazzaniga, G.Dova e R. Brindisi

Gli anni che seguono sono stati tra i più importanti della sua carriera artistica; è stato anche durante questo periodo che ha cambiato molto la sua gamma cromatica, dipingendo con colori molto più accesi e sgargianti.

Nel Marzo del 1988 partecipa alla "Fiera Internazionale d'Arte Contemporanea ARTEXPO" di New York, alla "Fiera Internazionale di Los Angeles", a Maggio dello stesso anno tre opere del pittore vengono esposte alla Mostra "EXPO Tokyo 1988 - Maestri dell'Arte Italiana a Tokyo" che gli varranno un premio l'anno successivo, a Giugno alcuni suoi quadri sono stati esposti a Basilea in occasione della rassegna pittorica "Italian Artists Works at the Drei Könige" mentre ad Ottobre ottiene il "Premio VIP 1988" presso la Sala Estense del comune di Ferrara.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1989 E' stato un altro anno di notevoli successi per il pittore.

A Gennaio, la "Scuola Nazionale di Storia dell'Arte" gli conferisce il Primo Premio Assoluto e il Diploma dei "Grandi Professori nella Storia dell'Arte Contemporanea".

A Marzo, in occasione della XXII Rassegna Cinematografica "Genti e Paesi " gli viene assegnato il "IX Premio Vittorio G. Rossi per la Cultura e l' Informazione" nella città di La Spezia.

Nel Settembre dello stesso anno ottiene il "Premio Tokyo Targa Aurea - Maestri dell'Arte Italiana a Tokyo" e a Dicembre, oltre a diventare  membro accademico associato presso l' "Accademia del Verbano", viene premiato in occasione del "Centenario della Tour Eiffel" a Parigi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1994 Due importanti mostre personali del pittore : a Giugno ricordiamo "Il mondo Pittorico di Carmine Crisci" presso la Galleria d'Arte Pietro Morando ad Alessandria e a Dicembre alla Sala Esposizione Mawa di Torino.

1996 L'artista viene inserito in una prestigiosa guida illustrata, "Arte in Galleria", (Ediz. Mondadori)

1997 A Marzo, un'altra mostra personale alla "Galleria Studio d'Arte Due" di Venezia, mentre a Giugno il pittore diventa parte de l' "Archivio Storico di Consultazione dell'Arte Moderna e Contemporanea - Museo delle Arti Palazzo Bandera" di Busto Arsizio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Premio VIP 1988 a Ferrara

1990 Dicembre : Primo classificato in assoluto con il premio "IL Centenario" datogli dall' A.I.C.S. (Associazione Italiana Cultura e Sport) a Torino, in occasione del centenario del pittore Giorgio Morandi. 

Altri critici d'arte cominciano ad interessarsi all'artista, tra i quali Mike Yacin, G. Masciaroli, L .Germani, A. Mistrangelo

 

1992 A Maggio gli viene assegnato il premio "Socialità e Sviluppo" sotto il patrocinio della A.S.T. (Associazione Santagatese Torino) e a Giugno l' A.I.C.S. gli dona un ulteriore riconoscimento con il premio "Immagini del Piemonte"

 

1993 Gennaio: L'artista è sulla copertina della prestigiosa rivista "Percorsi d'Oggi" con la sua opera "Sapori di un tempo".

Ad Aprile partecipa ad un importante rassegna artistica, "Pasqua 1993" alla Galleria d'Arte "Ars Italica" con sede presso il Duomo di Milano.

In Settembre c'è  un nostalgico ritorno alle sue origini campane, con una mostra personale a Cervinara (BN), alla cui inaugurazione interviene il Direttore del TG1 Gianni Raviele, critico ed intenditore d'arte, che elogia la sua pittura.

 

 

1998 Aprile: Gli viene assegnato il titolo di "Cavaliere Accademico" da parte dell' Ordine Accademico Internazionale "Greci Marino" e a Settembre tre sue opere vengono inserite in un Catalogo d'Arte Contemporanea intitolato "Artisti e Opere" (Piemonte, Val D'Aosta e Liguria" (Ediz. Mondadori).

A Dicembre un'altra importante mostra personale alla Stazione Ferroviaria di Alessandria.

 

2003 Dicembre : Si tratta di una delle ultime fatiche dell' artista ed è una ulteriore mostra personale con il promettente titolo "Viaggio attraverso i colori" svoltasi sempre ad Alessandria presso la Sala Arte & Cultura, ed ha ottenuto un ottimo seguito e riconoscimenti da parte del pubblico.